gioco vietato ai minori

 

starcasino

Strategia dello split al blackjack

Nel Blackjack, come spiegato nelle regole generali, esiste la possibilità di dividere due carte uguali in 2 mani, raddoppiando la puntata ed eventualmente, se siete fortunati, le vincite. Spesso la fortuna bisogna anche sapersela procurare. Difatti, non è sempre consigliabile effettuare il cosiddetto “Split”. Vediamo ora quali sono le carte da separare e quali meno:

Asso Asso = DIVIDERE. Quando si ha una coppia di assi bisogna sempre effettuare lo split, sia perché la mano ha un valore di 2 o 12 (poca cosa), sia perché separando gli assi si ha la possibilità di pescare una figura o un 10 o di formare un punto alto. Da segnalare che non tutti i casinò pagano normalmente un blackjack dopo lo split.

8 8 = DIVIDERE. Anche in questo caso bisogna splittare la coppia in quanto normalmente avrebbe un valore di 16 e si rischierebbe seriamente di sballare (60 % di probabilità).

7 7 = Dividere ma attenzione quando il banco ha come carta scoperta minimo un 8. In questa ipotesi state lontani dallo split.

6 6 = Dividere solo se la carta scoperta del croupier è minore di un 6, altrimenti non ne vale la pena in quanto il banco ha piu chances di vittoria.

2 figure e 10 10 = NON DIVIDERE. 20 è già un ottimo punto, non ha senso dividere un 20 con molte probabilità di peggiorarlo in ambo i casi.

9 9 = NON DIVIDERE. Anche qui vale il discorso fatto in precedenza. 18 è un’ottima base. Splittando si avrebbe circa il 30 % di possibilità di pescare un 10 e migliorare la mano, ma difficilmente in entrambe le giocate.

5 5 = NON DIVIDERE. Con una coppia di 5 la mano ha un valore di 10. Cercate di pescare una figura o un asso ed evitate categoricamente lo split.

4 4= NON DIVIDERE. Vedi sopra.

2 2 e 3 3 = Dividere quando il banco ha 4, 5, 6 o 7. Con 2 o 3 di partenza, si ha la possibilità di costruirsi un buon punto, ma badate dal dividere quando il banco ha una carta scoperta superiore al 7.

©2017 www.casinoaamsitalia.it - Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione, solo su consenso e citazione della fonte.