Film a tema casinò, scommesse e ippica

Benvenuti nel nostro articolo dedicato ai migliori film a tema casinò, scommesse e ippica. Il mondo del gioco d'azzardo ha sempre affascinato le persone, e il cinema ne è stata una straordinaria rappresentazione. In questo articolo, esploreremo i film che hanno catturato l'emozione, l'intrigo e la magia dei casinò. Che tu sia un appassionato di giochi da tavolo o un semplice spettatore curioso, questi film sicuramente ti terranno incollato allo schermo.

 

Film a tema casinò

Sono davvero molti i film dedicati al mondo del gioco d'azzardo. Vi riassumiamo qui i migliori 10 film sui casinò secondo il nostro gusto personale.

1. "Casinò" (1995)

Iniziamo con un classico di Martin Scorsese, "Casinò". Questo film ci porta nell'epico mondo dei casinò di Las Vegas negli anni '70 e '80. Robert De Niro, Sharon Stone e Joe Pesci interpretano magistralmente i loro ruoli, immergendoci in una storia di denaro, potere e corruzione. Il film offre una visione cruda e realistica del dietro le quinte dei casinò, con una trama avvincente che tiene lo spettatore incollato allo schermo fino all'ultima carta.

Autorizzato
2005
di Bonus
  • Giochi: 10/10
  • Aiuto:9/10
  • Conto:10/10
Autorizzato
1030
di Bonus
  • Giochi: 9/10
  • Aiuto:9/10
  • Conto:8/10
Autorizzato
1515
di Bonus
  • Giochi: 7/10
  • Aiuto:8/10
  • Conto:7/10
Autorizzato
5000
di Bonus
  • Giochi: 9/10
  • Aiuto:9/10
  • Conto:8/10

2. "Ocean's Eleven" (2001)

Un altro film imperdibile è "Ocean's Eleven", diretto da Steven Soderbergh. Il cast di superstar di Hollywood, tra cui George Clooney, Brad Pitt e Julia Roberts, ci regala un'incredibile storia di un colpo al casinò di Las Vegas. Intrighi, pianificazione meticolosa e una buona dose di umorismo rendono questo film un vero capolavoro del genere.

3. "Casinò Royale" (2006)

"Casinò Royale" è il ventunesimo film della serie di James Bond ed è stato diretto da Martin Campbell. Questo film introduce Daniel Craig nel ruolo dell'agente segreto 007. La trama coinvolge un gioco di poker ad altissimo rischio al Casinò Royale di Montenegro. L'azione è mozzafiato, la tensione è palpabile e le scene di gioco sono impeccabilmente realizzate.

4. "Rounders" (1998)

"Rounders" è un film che cattura l'essenza del poker come nessun altro. Matt Damon interpreta un giovane talento del poker che cerca di riscattarsi dalle sue passate sconfitte. Con la guida di un vecchio amico interpretato da Edward Norton, il protagonista si avventura in un percorso emozionante e pericoloso. Il film offre una prospettiva unica sul mondo del poker professionale.

5. "Rain Man" (1988)

"Rain Man" è un film iconico che racconta la storia di due fratelli, interpretati da Tom Cruise e Dustin Hoffman. Il protagonista, Raymond, è un uomo affetto da autismo con straordinarie abilità matematiche. Il film ci porta in un viaggio emozionante attraverso casinò di Las Vegas, dove le capacità di Raymond nel conteggio delle carte al blackjack catturano l'attenzione di tutti. Questo film tocca corde profonde, affrontando temi come la famiglia, l'autismo e l'amore fraterno.

6. "The Sting" (1973)

"The Sting" è un capolavoro cinematografico che ci trasporta nell'epoca del proibizionismo negli Stati Uniti. Paul Newman e Robert Redford formano una coppia dinamica mentre intraprendono una serie di truffe complesse per vendicarsi di un boss del crimine interpretato da Robert Shaw. Ambientato in un mondo pieno di loschi individui e partite di poker truccate, il film mescola abilmente suspense, umorismo e colpi di scena sorprendenti.

7. "The Gambler" (2014)

"The Gambler" è un film drammatico che vede Mark Wahlberg nel ruolo di un professore universitario con una pericolosa dipendenza dal gioco d'azzardo. La sua ossessione per il rischio lo porta in situazioni sempre più pericolose e lontane dal controllo. Il film esplora le conseguenze devastanti del gioco d'azzardo compulsivo e offre una riflessione profonda sulla natura dell'ossessione.

8. "21" (2008)

"21" è un film basato su una storia vera che segue un gruppo di studenti del MIT che sfruttano le loro abilità matematiche per vincere al blackjack. Con l'aiuto di un eccentrico professore, interpretato da Kevin Spacey, il gruppo si addestra e si infiltra nei casinò di Las Vegas per mettere in pratica il loro sistema di conteggio delle carte. Il film offre una visione affascinante del mondo del gioco d'azzardo e degli stratagemmi utilizzati dai protagonisti.

9. "Maverick" (1994)

"Maverick" è una commedia western che presenta Mel Gibson nel ruolo del protagonista, Bret Maverick, un abile giocatore di poker. La trama ruota attorno a una partita di poker ad alti livelli in cui Maverick si trova coinvolto. Con un mix di azione, avventura e humor, il film offre momenti esilaranti e sorprendenti colpi di scena, mantenendo lo spettatore incollato allo schermo fino alla conclusione.

10. "Montecarlo Gran Casinò" (1987)

Il cinema italiano la mette un po’ più sul comico e ci presenta “” (1987) di Carlo Vanzina con Christian De Sica e Massimo Boldi. Il film narra di un gruppo di italiani in trasferta al Casinò di Montecarlo. Due fratelli ricconi sognano di sbancare la casa da gioco; il playboy romanaccio e maldestro; l'imbroglione tonto in cerca di polli da spennare e il baro vero.

 

 

Film a tema scommesse

Spesso il mondo del cinema ci ha deliziato con delle pellicole inerenti al gioco d’azzardo. In questo articolo parliamo del film più appassionante riguardo alle scommesse sportive: “Two for the money” (2005).

Tratto da una storia vera, il film, diretto da D.J. Caruso, è stato creato sugli spunti di un ex giocatore di basket che ha lavorato come caddy (portaborse ed altro) in un campo da golf per Dan Girloy, uno degli autori.

Walter Abrams (Al Pacino) è un uomo di potere nel ramo delle scommesse sportive che trova il suo braccio destro in Brandon Lang, un giocatore di football americano (Matthew McConaughey), costretto a terminare la sua carriera per una grave ferita al ginocchio.

Il giovane viene accolto come un figlio da Walter. In breve tempo, grazie all’estrema conoscenza del football americano di Brandon, i 2 riescono a vincere grandi somme e ad attirare numerosi clienti.

Le cose però iniziano ad andare male quando il giovane decide di mettersi a capo della situazione, invece di continuare a fare il suo dovere. Brandon perde anche il suo tocco magico e viene aggredito da alcuni teppisti mandati da uno scommettitore che aveva perso ingenti somme.

Il rapporto tra Lang e Abrams va sempre piu incrinandosi, in special modo quando Abrams inizia ad avere sospetti di una relazione tra il giovane e la moglie.

Al Pacino in questo ruolo è sereno e severo e ci offre l’interpretazione di un individuo malaticcio a cui sembra bastargli il suo lavoro e la sua bella moglie.

Invece è un uomo dal passato difficile, con una tendenza all'autodistruzione, accentuata da una passata dipendenza per il gioco d'azzardo.

Anche la moglie di Walter, Toni, (Rene Russo) ha una storia di dipendenza alle spalle, ma la donna è l'altra faccia della medaglia rispetto a Walter, in quanto speranzosa di costruire un futuro decisamente migliore per se e per il marito e di tenere in piedi la propria famiglia.

Al Pacino è indubbiamente il punto di forza di questo film, la sua esperienza riesce a trascinare tutto il cast.

Di film sulle scommesse sportive ce ne sono però di particolari

Abbiamo voluto parlare in particolare di “Two for the money” perché è, a nostro giudizio, uno dei migliori che sono stati realizzati, resta comunque il fatto che il mondo del gioco d’azzardo è protagonista da sempre di svariate pellicole, più o meno famose e più o meno interessanti.

D’altra parte se pensiamo ad Hollywood e allo sfarzo che lo circonda, è naturale pensare che la stessa ambientazione presente nelle sale da gioco d’azzardo si presti bene ad essere riprodotta nei film che in questo luogo hanno vita, è così che sono nati dei veri e propri capolavori, se si pensa ad esempio ai film sull’ippica,ai tanti sul poker, oppure ai classici sui casinò, ma anche film che sono un più borderline ma che hanno riscosso un successo strepitoso.

E’ il caso ad esempio di un film come “The Snatch”, uscito nelle sale nel 2000 e diretto da quel Guy Ritchie che raggiunge la celebrità, non solo per questo film, ma per essere anche diventato al contempo il marito di Madonna.

Il cast di questo film è di tutto rispetto, i protagonisti principali sono infatti attori che sono già entrati da tempo nel prestigioso firmamento di Hollywood, come ad esempio Brad Pitt, Benicio Del Toro e Jason Statham.

Dicevamo prima un film borderline perché parla di scommesse sportive ma in un ambiente che va al di fuori della legalità, infatti tutto è incentrato sugli incontri di boxe e combattimenti fra cani, niente quindi di legale, ma visto il grande successo di questa pellicola vale la pena trattarla.

La trama è molto complicata ma al tempo stesso avvincente e ricca di colpi di scena, tanto da tenerti incollato allo schermo per oltre un’ora e mezza senza che nemmeno te ne accorgi, fra furti di diamanti, incontri di boxe, scommesse e vendette fra boss della malavita.

Questo film si pone l’obiettivo di portare alla luce un mondo sommerso, quello delle scommesse clandestine, che tutti sanno e nessuno vede o vuol vedere, se non i diretti interessati e lo fa trasportando il tutto in una commedia “noir” che riesce a conquistare subito il favore degli spettatori fin dai primi minuti.

Scommesse sportive anche come sfondo di thriller

Il gioco d’azzardo e le scommesse sportive sono sempre state legate a doppio filo a situazioni più o meno rischiose, non sono mai mancati gli episodi che hanno visto come protagonisti la malavita e il mondo del gioco, situazione pressoché inevitabile quando si ha a che fare con un settore dove c’è un continuo e cospicuo movimento di denaro.

Ovviamente il cinema ha preso spunto da queste situazioni creando svariate pellicole relative al controverso rapporto fra scommesse e legalità, il caso di “The Snatch” citato precedentemente è una di queste sfaccettature, un’altra è quella che viene trattata ad esempio in un film come “The Runner” del 1999.

In questo film viene trattato il delicato rapporto fra il mondo delle scommesse e le persone che non riescono a gestire il gioco, in particolare a far fronte alle perdite subite, come nel caso del protagonista che da accanito giocatore, contrae un debito enorme perdendo praticamente tutto e per far fronte a ciò si mette al servizio di un boss, che gli da il compito di piazzare scommesse per suo conto.

Edward, il protagonista, si trova così di fronte ad un nuovo problema, quello di maneggiare ingenti somme di denaro da destinare a scommesse che non sono sue, la tentazione di impossessarsene è talmente forte che viene distolto soltanto nel momento che incontra una ragazza, Karina, la quale gli da l’input necessario per riuscire a cambiare vita, ma la cosa non si rivela per niente facile.

Il tutto si svolgerà in un crescendo di adrenalina, fra scommesse, fiumi di denaro, tensione, voglia di rivincita, ma anche la consapevolezza che si arriva ad un punto oltre il quale sarebbe bene non andare perché si rischia molto più che il proprio denaro.

Il cinema è sempre molto incline a trattare argomenti come le scommesse e comunque il gioco d’azzardo in generale, proprio perché sa bene quanto questo argomento sia di interesse sempre crescente in tutto il mondo e per il fatto che si presti ad essere trattato dalle più svariate angolature.

Sono così nati tantissimi film sulle scommesse sportive, dalle corse dei cavalli, al calcio, al football americano, ma anche sugli sport considerati minori siamo sicuri che in un futuro molto imminente verranno create pellicole di diverso genere, basti pensare a quanto interesse ci sia anche verso le scommesse virtuali che toccano gli sport più svariati.

Ci sarà a breve una rivoluzione anche nel mondo del cinema dettata dall’ingresso nel gioco d’azzardo della nuova tecnologia? Molto probabilmente si, è logico pensarlo, tutto si evolve in tal senso e lo scintillante mondo di Hollywood non può certo permettersi di restare indietro, esattamente come ha fatto in tutti gli altri settori che tratta da quando il cinema stesso è nato.

 

Film a tema ippica

L’ippica ha da sempre appassionato una marea di persone. Chi, anche per passare 10 minuti diversi con gli amici, non ha mai scommesso sulle corse dei cavalli?

Il cinema si è occupato di questo tema varie volte. Parliamo rapidamente dei migliori film sull’ippica.

1. “Febbre da cavallo” (1976).

Si parte con il famosissimo e divertentissimo “Febbre da cavallo” (1976). Diretto da Stefano Vanzina, ha come protagonisti principali Mandrake (Gigi Proietti), Er Pomata (Enrico Montesano), Felice (Francesco De Rosa) e  Gabriella (Catherine Spaak), fidanzata di Mandrake.

La storia narra delle avventure dei 3 amici rapiti dalla passione per l’ippica, che cercano in tutti i modi di racimolare soldi per scommettere all’ippodromo di Tor di Valle.

Per fare ciò ne combinano di ogni specie, fin quando, dopo una tris vincente non giocata da Mandrake, i 3 non finiscono in tribunale, dove si scopre che anche il giudice era uno scommettitore accanito.

Al termine di un processo ormai sui generis tutti vengono assolti. Gabriella (che segretamente aveva comunque giocato la tris vincente realizzando così la vincita) riesce a farsi sposare da Mandrake e tutto torna come prima, con la novità che il giudice (Adolfo Celi) entra a far parte dell'allegra combriccola.

2. “La stangata” (1973).

Proseguiamo con “La stangata” (1973) di George Roy Hill, con Paul Newmann e Robert Redford. Il film tratta di 2 truffatori, Johnny Hooker e Luther Coleman.

I 2 raggirano il corriere di un potente gangster del posto: Doyle Lonnegan. Per questo motivo Luther viene ucciso per ritorsione e Hooker è costretto a fuggire e a nascondersi.

Desiderando vendicare Luther, il giovane chiede aiuto ad un vecchio amico del defunto, Henry Gondorff, uno dei più bravi ed esperti truffatori degli Stati Uniti.

Insieme organizzano una "stangata" ai danni di Lonnegan, creando una finta agenzia di scommesse ippiche in cui il boss crede di poter vincere facilmente delle ingenti somme di denaro, grazie a informazioni riservate.

3. “One last ride” (2003).

Oltre questi di film cult, troviamo molte altre pellicole riguardanti il mondo dell’ippica, tra le quali “One last ride” (2003) di Tony Vitale.

Il gioco d'azzardo, in particolare le scommesse sui cavalli, è la fissazione quasi paranoica di Michael (P. Cupo, anche sceneggiatore) e la disperazione di sua moglie Gina. Quando uno strozzino, in credito di una grossa somma, minaccia la sua famiglia, la situazione degenera nella violenza.

4. “Seabiscuit-Un mito senza tempo” (2003).

Continuiamo con “Seabiscuit-Un mito senza tempo” (2003), regia di Gary Ross. 

Il film è tratto dal libro del 2001 intitolato Seabiscuit: una leggenda americana di Laura Hillenbrand, inspirato ad una storia vera. Il film è ambientato nell’America degli anni ’30, durante il periodo della depressione economica, che investe i 3 protagonisti. Chris Howard, nonostante sia il maggior venditore di auto del Paese, ha perso ogni gioia di vivere dopo la morte del figlio in un incidente stradale.

Tom Smith, ultimo cowboy in un mondo che è cambiato, non riesce ad adattarsi alla modernità. Red Pollard fa il pugile per tirare avanti.

A dare una sterzata alla loro esistenza arriva Seabiscuit, un cavallo figlio di un grande campione, ma che, al contrario del padre, è un brocco.

Chris lo compra e lo fa allenare da Tom e cavalcare da Red: Seabiscuit diventa un campione contro ogni pronostico e ridà un motivo per vivere felicemente ai tre.

5. “Felice e vincente” (1989)

Chiudiamo la nostra carrellata con il film “Felice e vincente” (1989) di John Pitka con Robbie Coltrane e Richard Dreyfuss.

Un autista di taxi ha come hobby quello di registrare le segrete conversazioni dei suoi passeggeri ed un giorno viene a sapere di una puntata illegale su una corsa di cavalli.

L’amico Trotter, grande scommettitore fallito, crede a questi sconosciuti e parte con Looney alla volta dell’ippodromo, dove, incredibilmente, la giocata si rivela vincente ed i suoi 50 euro si trasformano in 700.

Trotter prende la decisione di consegnare il nastro incriminante ai legittimi proprietari che, credendo erroneamente in un tentativo di estorsione, “consigliano” allo scommettitore una corsa sicura. Per il protagonista inizia una giornata straordinaria.

Autorizzato
2005
di Bonus
  • Giochi: 10/10
  • Aiuto:9/10
  • Conto:10/10
Autorizzato
1030
di Bonus
  • Giochi: 9/10
  • Aiuto:9/10
  • Conto:8/10
Autorizzato
5000
di Bonus
  • Giochi: 9/10
  • Aiuto:9/10
  • Conto:8/10
Autorizzato
1020
di Bonus
  • Giochi: 8/10
  • Aiuto:9/10
  • Conto:9/10